COORDINAMENTO INIZIATIVE ALPINE



Regione Piemonte

HOME

Tutti parlano della necessità che la nostra società si riorganizzi offrendo a tutti pari opportunità.

Per accezione comune si considerano principalmente penalizzate alcune categorie: le donne, innanzi tutto, gli stranieri, i portatori di handicap o diversamente abili. Mai viene in mente che sono una categoria puntualmente ignorata da media e istituzioni i residenti in specifiche aree del nostro Paese.

Ci riferiamo alle popolazioni rurali di collina e di montagna che trovano enormi difficoltà in ogni iniziativa economica e sociale, penalizzate dalla densità abitativa e dalle condizioni morfologiche del territorio. Donne, stranieri e portatori handicap sono tanto più marginalizzati quanto è maggiore la quota di residenza o la distanza dai grandi centri; vivono cioè amplificata la realtà di alcune centinaia di migliaia di piemontesi che, senza provvidenze specifiche, si trovano a reggere la concorrenza di territori assolutamente più favoriti, ove la produttività è maggiore ed i costi di produzione inferiori.

L’attuale società italiana si è dimenticata di questi handicaps naturali : quando si pensa alla montagna vengono in mente Sestriere, Courmayeur, Cortina mai Piedicavallo, Chialamberto o Prazzo, centri abitati un tempo importanti, oggi ridotti a poche decine di abitanti con indice di vecchiaia elevato.

Noi siamo nati per testimoniare la vitalità di questi territori, per lavorare alla progettazione di uno sviluppo sostenibile , per conservare la memoria di storia e tradizioni che costituiscono un inestimabile patrimonio per l’Unione Europea.

LE ATTIVITA' CHE ABBIAMO AVVIATO IN QUESTI ANNI SONO MOLTE: APRI LE ALTRE PAGINE, SAPRAI CHE COSA SIAMO IN GRADO DI REALIZZARE E FORSE TROVERAI ARGOMENTI CHE POSSONO INTERESSARE ANCHE AREE TERRITORIALI DIVERSE DA MONTAGNA E COLLINA.

paolonet.it